Tutti gli articoli di leocalzolari

Covid-19: Nuove disposizioni per gli apicoltori

La Regione Piemonte ha diramato un nuovo comunicato con dei chiarimenti in merito alle attività di apicoltura, durante l’emergenza per il Covid-19.

in merito alle nuove disposizioni per contenere l’emergenza sanitaria da SARS-COVID-19, stanno pervenendo ai Servizi Veterinari ASL, numerose richieste di chiarimento riguardo la movimentazione sul territorio di apicoltori e loro prodotti ed in particolare per coloro che producono per autoconsumo.
Tenuto conto che l’attività di apicoltori imprenditori e professionisti è a tutti gli effetti un’attività agricola e quindi ricade in quelle attività lavorative che sono consentite e garantite (D.P.C.M. 11 marzo 2020:Art. 1, comma 4;D.P.C.M. 22 marzo 2020: Art. 1, lettera f) resta ancora qualche dubbio sulle attività apistiche per autoconsumo; a tal proposito il Settore scrivente ritiene che l’apicoltura anche se effettuata per autoconsumo (non svolta quindi per finalità commerciali) rientri nelle attività che devono essere consentite, a maggior ragione per un’attività connessa alla salute ed al benessere degli animali.
E’ naturalmente sottinteso che tali attività apistiche devono essere regolarmente registrate in Banca Dati Apistica Nazionale (più avanti denominata “BDA”) con gli apiari e relativo “censimento 2019” (censimento successivo se l’apiario è stato aperto dopo il 31/12/2019).
Nel modulo di autocertificazione, che in ogni caso ognuno deve produrre se richiesto dagli organismi di controllo, è consigliabile allegare copia del documento riepilogativo degli apiari della propria attività apistica, così come presente in BDA. E’ consigliabile che in caso di movimentazioni di materiale vivo (alveari, nuclei, pacchi d’ape, api regine), produrre e stampare sempre, dalla BDA, il certificato di accompagnamento, anche per motivi di nomadismo intra-provinciale, seppur quest’ultima certificazione non obbligatoria; in caso di movimentazioni extra-regionali si ricorda che tali certificazioni devono sempre riportare la validazione del Servizio Veterinario ASL competente per territorio.
Visto il momento di grave emergenza, resta inteso che tali movimentazioni devono essere effettuate solo per estrema ed indifferibile esigenza di gestione delle famiglie di api, con il rispetto di tutte le disposizioni sanitarie per limitare le forme di contagio da SARS-COVID-19. Si ringraziano le Associazioni in indirizzo per il lavoro che stanno svolgendo, anche tra le molte difficoltà del momento, e per la loro indispensabile attività di coordinamento dei propri associati.

Di seguito potete scaricare tutti i moduli necessari:

  1. Autocertificazione apicoltori
  2. Autocertificazione
  3. Comunicato Regione Piemonte

Lezioni pratiche in apiario

Presso l’apiario sperimentale della C.A.P.T. situato nel Parco Regionale “La Mandria” a Venaria Reale (Torino), si terranno le ultime due lezioni pratiche, con inizio alle ore 15:00.

Le lezioni si svolgeranno presso la Cascina Brero, ultimo ingresso di via Scodeggio 99, con parcheggio gratuito delle vetture all’interno.
Le lezioni verteranno soprattutto sulle ultime modalità di lotta alla varroa e si affronteranno le operazioni dell’invernamento.
Le lezioni saranno tenute anche in caso di maltempo.
Per motivi di sicurezza (Vedi D.L. 624/94 su Api&Flora n° 6/97) i partecipanti hanno l’obbligo di partecipare la maschera protettiva per accedere all’apiario. 

Corsi di Apicoltura 2019

Apiario didattico/sperimentale a La Mandria, la Consociazione Apicoltori della Provincia di Torino (C.A.P.T.) in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino DISAFA e l’Ente di gestione del Parco La Mandria, organizza un corso di apicoltura con il seguente programma:

  •  Sabato 14 Settembre, ore 9-12: Organizzazione dell’alveare.
  • Sabato 21 Settembre, ore 9-12: Arnie ed attrezzature apistiche – conduzione primaverile dell’apiario.
  • Sabato 28 Settembre, ore 9-12: Varroasi- Lotta all’acaro varroa con metodi manipolativi o con prodotti chimici.
  • Sabato 5 Ottobre, ore 9-12:  Controllo della sciamatura-Sciamatura naturale e artificiale.
  • Sabato 12 Ottobre, ore 9-12: I nemici dell’alveare – Malattie della covata e dell’ape adulta, metodi di lotta.
  • Sabato 19 Ottobre, ore 9-12: Flora Apistica, Piante adatte alla raccolta di nettare, polline, propoli e melata – Valori melliferi e nozioni per il riconoscimento delle piante.
  • Sabato 26 Ottobre, ore 9-12: I prodotti dell’alveare: composizione, estrazione, caratteristiche. Usi del miele, cera, polline, propoli e pappa reale.
  • Sabato 9 Novembre, ore 9-12: leggi e problemi fiscali in apicoltura.
  • Sabato 16 Novembre, ore 9-12 Anagrafe apistica applicazione del piano regionale per il controllo delle infestazione segue il pranzo all’interno del ristorante Lucio Dla Venaria . Pomeriggio ore 15:00, rientro in aula, incontro con gli apicoltori, distribuzione degli attestati degli allievi che hanno completato tutte le lezioni teoriche e pratiche e sintesi sulla compilazione del registro dei farmaci veterinari autorizzati ( libretto sanitario ).

Le lezioni teoriche si svolgeranno presso la SALA al.bo della CASCINA BRERO sita all’interno del Parco, escluso l’ultima del 16/11 presso il Ristorante.

partecipanti potranno entrare con l’auto nel parcheggio internoutilizzando l’ingresso di CASCINA BRERO (al.bo) di via Scodeggio n°99

Le 4 lezioni pratiche verranno eseguite nel pomeriggio, dalle 14,30 alle 17,30, dei giorni: 13 aprile, 20 maggio, 15 luglio e 9 settembre 2020, nell’apiario didattico, sito presso la CASCINA BRERO, ultimo ingresso di via Scodeggio. Per motivi di sicurezza è obbligatorio  indossare maschera e guanti di protezione.

 La partecipazione al corso è gratuita e aperta a tutti, è gradito un contributo volontario per  pulizia /riscaldamento dei locali e rivista Api &Flora

Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi al direttore dei corsi Sig. Ciriano 011-9711058 (ore pasti), al presidente CAPT Sig. Bonci (331-4529868), e-mail apicoltori.capt@gmail.com .   Oppure Punto Informativo Ponte Verde tel. 011-4993381. Notaessendo limitato il numero dei partecipanti verranno presi in considerazione solo i primi prenotati.